A settembre in Germania Opel raggiunge una quota del 10,2 per cento

download-pdf
download-image
download-all
Mer, 03/10/2018 - 12:15


Rüsselsheim. Opel si è preparata per tempo al passaggio alla nuova procedura di test WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) e ora coglie i frutti di questo lavoro: in Germania il marchio del fulmine ha infatti registrato a settembre una quota del mercato auto passeggeri pari al 10,2 per cento (+ 2,6 punti percentuali). Si tratta della quota di mercato mensile più alta dal dicembre 2010 e del valore più alto per il mese di settembre dal 2006.

A partire dal 1 settembre 2018 i nuovi veicoli che vengono immatricolati devono essere certificati in base al ciclo di guida WLTP. Questa procedura produce dati sui consumi che sono molto più vicini alla guida reale rispetto al test precedente, il Nuovo Ciclo di Guida Europeo (NEDC). A differenza di alcuni concorrenti, Opel ha applicato subito la normativa ed è in grado di offrire tutta la propria gamma di auto passeggeri senza limiti o ritardi.

Oltre a ciò, Opel è già pronta per l’avvento delle nuove norme Euro 6d-Temp sulle emissioni: attualmente la Casa di Rüsselsheim offre 127 modelli di auto passeggeri che rispettano già i rigorosi limiti delle nuove normative, che entreranno in vigore per tutte le nuove immatricolazioni al più tardi a partire dal 1 settembre 2019.

“Da anni ci prepariamo a questi cambiamenti e abbiamo certificato a tempo debito la nostra gamma in base alla procedura WLTP e secondo la norma Euro 6d-TEMP. Possiamo essere orgogliosi di quanto abbiamo fatto. E questi sono i risultati. Se prendiamo in considerazione il dibattito in corso in Germania circa eventuali divieti per i modelli diesel, possiamo affermare con chiarezza quanto segue: chiunque acquista una Opel oggi non deve temere questi divieti”, ha dichiarato Jürgen Keller, Executive Director Sales, Marketing & Aftersales di Opel Germania.

L’attuale discussione su un eventuale divieto d’ingresso nei centri cittadini non riguarda infatti i moderni veicoli a norma Euro 6d TEMP, indipendentemente dal fatto che montino un motore benzina o diesel.

L’ampia disponibilità di veicoli certificati WLTP ha permesso a Opel di conseguire ottimi risultati anche in altri paesi europei. Il marchio del Fulmine ha registrato una quota di mercato importante anche in Italia, ovvero del 5,7 per cento, la più alta dall’agosto 2016, in Spagna pari a quasi il sei per mentre in Francia la Casa ha registrato la miglior quota di mercato per le auto passeggeri dal maggio 2015 con il 4,3 per cento. A settembre anche le vendite di Vauxhall, il marchio britannico gemello, sono state eccellenti. La quota di mercato combinata di auto passeggeri e veicoli commerciali leggeri ha raggiunto il massimo da 18 mesi a questa parte con l’8,6 per cento (rispetto al 7,3 per cento del mese di settembre 2017).

Scroll