Le stelle leggendarie del Rally Opel presenti alla Bodensee Klassik

download-pdf
download-image
download-all
Ven, 10/05/2019 - 11:00


  • Nomi illustri: dalla Kadett “Kulläng” e GT/E alla Commodore GS/E, per entusiasmare gli appassionati dei rally
  • Piloti di fama: l’asso delle corse Jockel Winkelhock e l’attore Florian Bartholomäi in versione rally
  • 120 anni di passione per la produzione e le gare automobilistiche: dal bolide da corsa Opel del 1903 all’attuale Insignia Grand Sport 4x4

 

Rüsselsheim.  Fascino, varietà e pura bellezza. Queste le parole che descrivono ciò che i partecipanti, gli appassionati e gli spettatori intervenuti alla 8a Bodensee Klassik hanno vissuto nel corso del weekend. Opel era presente con molti cavalli di potenza e numerose personalità famose: il pubblico ha avuto modo di vedere in azione le illustri protagoniste dei rally degli anni ’70 e ’80, inclusi modelli leggendari quali la Opel Kadett B “Kulläng“, la Commodore B GS/E, la Kadett C GT/E del 1978, la Ascona B 400, la Corsa A Cup e la Kadett E GSi. Altrettanto famosi i nomi dei piloti al volante di queste classiche: hanno completato l’affascinante percorso del rally attraverso le regioni del Voralberg, Tirolo, Allgäu e Alta Svevia sia Jockel Winkelhock, brand ambassador di Opel e vincitore a Le Mans, sia l’attore e stella televisiva Florian Bartholomäi. Non solo le tratte sempre diverse, ma anche le imprevedibili condizioni atmosferiche hanno rappresentato una sfida continua sia per i piloti sia per le vetture, facendo del rally un’esperienza persino più entusiasmante.

Anche Harald Hamprecht, Vice President Communications Opel, ha partecipato alla Bodensee Klassik a bordo di una Commodore B GS/E del 1972 da 190 CV. “Questo rally è un evento imperdibile per gli appassionati di auto classiche come me. Quanto ai nostri leggendari modelli da rally, costituisce un’occasione perfetta per dimostrare quanto ancora possono risultare prestazionali e divertenti da guidare sulle impegnative strade e sui pendii della fascia alpina,” ha commentato Hamprecht. Opel celebra quest’anno i suoi 120 anni di produzione automobilistica, 120 anni di corse automobilistiche e 50 anni di attività di Opel Motorsport.

Jockel Winkelhock, brand ambassador di Opel e asso delle corse, si trova d’accordo: “Quando posso, scelgo uno dei modelli della vasta gamma di Opel da rally per partecipare a un evento riservato alle auto classiche. Questa volta è toccato alla Kadett C GT/E, la vettura rally per eccellenza.” Il pilota sportivo ha portato a termine con successo le due tappe della Bodensee percorrendo complessivamente 530 chilometri sulla veloce sportiva da 160 CV di fine anni ’70 già distintasi in numerose gare.

Come Winkelhock, anche la star televisiva Florian Bartholomäi predilige la Opel Insignia per il tempo libero. Tuttavia, il trentaduenne ha optato per una Corsa A Cup del 1983 per la Bodensee Klassik. “Le prestazioni che riesce a offrire con il suo propulsore da 83 CV sono fenomenali. E’ una scoperta che mi ha davvero colpito e mi ha dimostrato ancora una volta come Opel riesca a garantire a tutti il più puro piacere di guida, anche sulle vetture più ‘piccole’.” Questa è stata la reazione entusiasta dell’attore al termine della sua prova a bordo della Corsa A Cup.

Questa è la filosofia di Opel da 120 anni, ovvero rendere accessibili a tutti tecnologie d’avanguardia e il più puro piacere di guida. Per questo motivo Opel ha partecipato alla 8° edizione della Bodensee Klassik non soltanto con vetture da rally degli anni ’70 e ’80. Infatti, una volta partite queste ultime, i visitatori hanno avuto la possibilità di ammirare da vicino, davanti alla Festspielhaus di Bregenz, una Opel da corsa del 1903, una Manta A in versione touring per lunghe percorrenze e una Opel Insignia Grand Sport 4x4, e di assaporare l’atmosfera da gara e da rally in perfetto stile Opel dal lontano passato ai giorni nostri.

 

Scroll